Vi raccomando il bene nei confronti delle donne…


بسم الله الرحمان الرحيم
Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

 


La raccomandazione di comportarsi bene nei confronti delle donne

al-Imâm, shaykh ‘Abdul’Azîz ibn ‘Abdillah ibn Bâz (rahimahullah) 

Domanda:

Vi è un hadîth che recita: “Vi raccomando il bene nei confronti delle donne, poiché la donna è stata creata a partire dalla costola, e la parte che è più ricurva è quella superiore”.
Le chiedo una spiegazione del significato dell’hadîth, con particolare riferimento alle parole: “…la parte che è più ricurva è quella superiore”.

Risposta dello shaykh Bin Bâz (rahimahullah):

Si tratta di un hadîth autentico (sahîh), riportato dai due shaykh (Bukhârî e Muslim, ndt) nei Sahihayn, secondo cui il Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse: “Vi raccomando il bene nei confronti delle donne, poiché esse sono state create a partire dalla costola, e la parte più ricurva di questa è l’estremità superiore; raccomandate il bene nei riguardi delle donne”(riportato da Bukhârî e Muslim).

Si tratta di un ordine (Amr) rivolto ai mariti, ai padri, ai fratelli e agli altri, affinché essi raccomandino nei confronti delle donne il bene (khayr), e si comportino in maniera eccellente nei loro riguardi; perché non siano ingiusti verso di esse e rispettino i loro diritti (huqûq).
Ciò è un obbligo (wâjib), imposto agli uomini, ai padri, ai fratelli, ai mariti e altri, perché temano Allah nei confronti delle donne e concedano loro i loro diritti, ecco ciò che è doveroso da parte loro. E ciò sulla base delle parole del Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam): “Vi raccomando il bene nei confronti delle donne…”.
Viene richiesto di non smettere di comportarsi in tal modo, anche nel caso in cui la donna possa talvolta trattare in modo brusco suo marito o i suoi parenti, tramite la parola o le azioni.

In effetti, come disse il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui), esse sono state create a partire dalla costola, e la parte più ricurva della costola è la sua estremità superiore. È ben noto che la sua estremità superiore è quella che segna l’inizio della costola. Essa è sempre ricurva, com’è noto (ma‘rûf).

Il senso inteso (dall’hadîth) è che il comportamento della donna non può che essere intaccato da alcune lacune. Ciò è autentificato da un altro hadîth, citato nei Sahîhayn, secondo cui il Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse: “Non ho mai visto persone colpite da insufficienze nel loro intelletto e nella loro religione, e il cui comportamento sia più sconvolgente per lo spirito di un uomo di fermezza (hâzim) se non una di voi (le donne)…” (riportato da Bukhârî e Muslim).

L’insufficienza riguardo all’intelletto (Naqs al-‘Aql), come spiegò il Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) riguarda la testimonianza di due donne, che è equivalente e quella di un solo uomo: questa è un’insufficienza della ragione e della memorizzazione.

In quanto all’isufficienza religiosa, essa fu spiegata dal Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) col fatto che la donna rimane dei giorni senza pregare, nei periodi mestruali e durante i lochi.
Questa è un’insufficienza che Allah (‘azza waJalla) le ha imposto, e non implica alcun peccato da parte sua a causa di ciò.
Inoltre, questa insufficienza è una realtà che è proibito denigrare. Così come non si può denigrare il fatto che gli uomini siano più completi nella loro ragione e nella loro religione.

Tuttavia, ciò non toglie che vi siano alcune donne che sono migliori di certi uomini. E la preferenza è legata alla preferenza del genere maschile sul genere femminile, ma non si deve negare il fatto che vi siano degli individui di sesso femminile che sono migliori degli individui maschi nella scienza e nella religione, e questa è una realtà.

È obbligatorio per la donna che ella riconosca la veridicità dei propositi del Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) in ciò che egli disse, limitandosi a ciò.
Che ella domandi ad Allah (‘azza waJalla) la riuscita, e che operi nel bene.

E se ella si comportasse in modo tale da contraddire la legislazione riguardo ciò che proviene da Allah (‘azza waJalla) e dal Suo Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam), ciò allora sarebbe un orribile errore e causa di grave biasimo. E non le è permesso agire in tal modo.
Ed è presso Allah che noi imploriamo il soccorso.

Majmu‘ Fatâwâ, dello Shaykh Bin Bâz (rahimahullah), vol. 21

Jazakillahu khayran Oum Ibrahim

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...