Maria, madre di Gesù


بسم الله الرحمان الرحيم
Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo



donne benedette citate nel Sublime Corano

Maryam bint ‘Imran, madre di ‘Isâ
(pace su entrambi)

Dice Allah, l’Altissimo, nel Sublime Corano:

E quando gli angeli dissero: “In verità, o Maria, Allah ti ha eletta; ti ha purificata ed eletta tra tutte le donne del mondo. O Maria, sii devota al tuo Signore, prosternati e inchinati con coloro che si inchinano” (Corano III. Al-’Imran, 42-43)

Il Profeta Muhammad (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse: “Le migliori donne di questo mondo sono quattro: la Vergine Maryam, Asiya, la moglie di Faraone, Khadijah, madre dei Credenti e Fatimah figlia di Muhammad (che Allah sia soddisfatto di tutte loro)”

Il Sublime Corano fa l’elogio del voto pronunciato dalla moglie di ‘Imran, madre di Maryam (pace su di lei e su suo figlio). Ella si dimostrò esclusivamente votata ad Allah (SubhânaHu waTa’ala) e, quando era incinta, Gli consacrò il bambino che portava nel suo ventre per servire il Suo tempio. Allah (SubhânaHu waTa’ala) effettivamente esaudì la sua preghiera facendo nascere sua figlia Maryam (pace su di lei), che Allah (SubhânaHu waTa’ala) elevò al di sopra di tutte le altre donne.
Allah l’Altissimo dice:

Quando la moglie di ‘Imran disse: “Mio Signore, ho consacrato a Te e solo a Te quello che è nel mio ventre. Accettalo da parte mia. In verità Tu sei Colui che tutto ascolta e conosce!”.
Poi, dopo aver partorito, disse: “Mio Signore, ecco che ho partorito una femmina”: ma Allah sapeva meglio di lei quello che aveva partorito. “Il maschio non è certo simile alla femmina! L’ho chiamata Maria e pongo lei e la sua discendenza sotto la Tua protezione contro Satana il lapidato” (Corano III. Al-’Imran, 35-36)

La moglie di ‘Imran si rivolse, nelle sue preghiere, unicamente ad Allah (SubhânaHu waTa’ala), chiedendoGli di voler accettare la sua neonata nel modo migliore, proteggendola dalle insidie del demonio lapidato. Allah (Gloria a Lui, l’Altissimo) accolse la richiesta di questa madre, riservando a Maryam (‘alayha-s-salâm) una nobile posizione e un alto rango, rendendola miracolosamente madre del Suo Profeta ‘Isa (Gesù, pace su di lui).
Allah l’Altissimo dice:

L’accolse il suo Signore di accoglienza bella, e la fece crescere della migliore crescita. L’affidò a Zaccaria e ogni volta che egli entrava nel santuario trovava cibo presso di lei. Disse: “O Maria, da dove proviene questo?”. Disse: “Da parte di Allah”. In verità Allah dà a chi vuole senza contare (Corano III. Al-’Imran (La Famiglia di ‘Imran), 37)

Allah l’Altissimo descrive nel Sublime Corano le nobili qualità di Maryam:

E Maria, figlia di ‘Imran, che conservò la sua verginità; insufflammo in lei del Nostro Spirito. Attestò la veridicità delle Parole del suo Signore e dei Suoi Libri e fu una delle devote (Corano LXVI. At-Tahrim, 12)

Maria, pura e casta, fu un segno per gli esseri umani.
Allah l’Altissimo dice:

E (ricorda) colei che ha mantenuto la sua castità! Insufflammo in essa del Nostro Spirito e facemmo di lei e di suo figlio un segno per i mondi (Corano XXI. Al-Anbiya’ (I Profeti), 91)

Maryam (pace su di lei) fu piena di umile devozione, si inchinava e si prosternava, fu casta e credette ai Messaggeri di Allah. Per queste ragioni, Maryam fu una guida e una madre per il Suo Profeta ‘Isa (pace su di lui e su sua madre). Fu nello stesso tempo un segno per l’umanità.
Dice Allah (SubhânaHu waTa’ala):

E facemmo un segno del figlio di Maria e di sua madre. Demmo loro rifugio su un colle tranquillo e irrigato (Corano XXIII. Al-Mu’minun (I Credenti), 50)

Allah (SubhânaHu waTa’ala) ci descrive l’annuncio della nascita di ‘Isa (‘alayhi-s-salâm):

… Le inviammo il Nostro Spirito, che assunse le sembianze di un uomo perfetto. Disse (Maria): “Mi rifugio contro di te presso il Compassionevole, se sei (di Lui) timorato!”. Rispose: “Non sono altro che un messaggero del tuo Signore, per darti un figlio puro”. Disse: “Come potrei avere un figlio, ché mai un uomo mi ha toccata e non sono certo una libertina?”. Rispose: “E’ così. Il tuo Signore ha detto: “Ciò è facile per Me… Faremo di lui un segno per le genti e una misericordia da parte Nostra. E’ cosa stabilita” (Corano XIX. Maryam, 17-21)

Fu una donna dalle nobili origini e dalla castità irreprensibile. Alcuni rappresentanti del suo popolo, nonostante l’enorme calunnia inventata contro di lei, riconobbero la sua origine nobile, dando di lei la seguente descrizione:

O sorella di Aronne, tuo padre non era un empio né tua madre una libertina
(Corano XIX. Maryam, 28)

Alcuni ingiusti (dalle lingue insolenti da cui le donne sono raramente al riparo) quando scoprirono che aveva partorito il bambino, la calunniarono, accusandola di libertinaggio.
Il suo popolo (gli Ebrei) non credette alla nascita miracolosa del Profeta ‘Isa (pace su di lui), commettendo un enorme peccato dinanzi ad Allah (SubhânaHu waTa’ala). Quando Maryam, in travaglio, dice:

“Me disgraziata! Fossi morta prima di ciò e fossi già del tutto dimenticata!” (Corano XIX. Maryam, 23)

non è a causa dei dolori del parto, ma perché ella sapeva che il suo popolo si sarebbe perduto.

Dice Allah l’Altissimo nel Sublime Corano:

Tornò dai suoi portando (il bambino). Dissero: “O Maria, hai commesso un abominio!…” (Corano XIX. Maryam, 27)

I Cristiani, al contrario, elevarono il Profeta ‘Isa (Gesù, pace su di lui) al rango di ‘divinità’, di ‘figlio di Dio’, ma Allah (SubhânaHu waTa’ala) nel Sublime Corano ristabilisce la verità:

Sono certamente miscredenti quelli che dicono: “Allah è il Messia, figlio di Maria!”. Mentre il Messia disse: “O Figli di Israele, adorate Allah, mio Signore e vostro Signore”. Quanto a chi attribuisce consimili ad Allah, Allah gli preclude il Paradiso, il suo rifugio sarà il Fuoco. Gli ingiusti non avranno chi li soccorra!
Sono certamente miscredenti quelli che dicono: “In verità Allah è il terzo di tre”. Mentre non c’è dio al di fuori del Dio Unico! E se non cessano il loro dire, un castigo doloroso giungerà ai miscredenti (Corano V. Al-Ma’ida (La Tavola Imbandita), 72-73)

Sono certamente miscredenti quelli che dicono: “Allah è il Messia figlio di Maria”. Di’: “Chi potrebbe opporsi ad Allah, se Egli volesse far perire il Messia figlio di Maria, insieme con sua madre e a tutti quelli che sono sulla terra?…” (Corano V. Al-Ma’ida (La Tavola Imbandita), 17)

Allah l’Altissimo ci avverte del Giorno in cui Egli interrogherà il Messia (‘alayhi-s-salâm) – ed Egli è l’Onnisciente – riguardo alla menzogna inventata dagli uomini che gli attribuirono il rango di ‘divinità’:

E quando Allah dirà: «O Gesù figlio di Maria, hai forse detto alla gente: “Prendete me e mia madre come due divinità all’infuori di Allah[1]“?», risponderà: «Gloria a Te! Come potrei dire ciò di cui non ho il diritto? Se lo avessi detto, Tu certamente lo sapresti, ché Tu conosci quello che c’è in me e io non conosco quello che c’è in Te. In verità sei il Supremo conoscitore dell’inconoscibile…» (Corano V. Al-Ma’ida (La Tavola Imbandita), 116)

La miscredenza e la menzogna furono all’origine della ‘deificazione’ di Maryam e di suo figlio ‘Isa (pace su entrambi) da parte degli ingiusti. Ma Allah (SubhânaHu waTa’ala) ha nettamente proclamato che essi erano semplici esseri umani:

…e sua madre era una veridica. Eppure entrambi mangiavano cibo (Corano V. Al-Ma’ida (La Tavola Imbandita), 75)

Maryam (pace su di lei) ebbe le caratteristiche degli esseri umani ‘eletti’ da Allah (SubhânaHu waTa’ala) e perfettamente veridici.
Maryam (pace su di lei) fu onorata da Allah l’Altissimo, che la rese madre del Suo Profeta ‘Isa (pace su di lui) in modo miracoloso. Ella combatté al servizio di Allah (SubhânaHu waTa’ala) e Allah l’Altissimo le destinò la Vittoria grazie alle sue prosternazioni, alla sua umile devozione, alla sua totale sottomissione alla Volontà di Allah (che Egli sia Esaltato), alla sua sincerità e alla sua castità.

(basato sulla ricerca della sorella ISMET-OUDDINE KARKAR:
“La donna attraverso i versetti coranici”)

NOTA:

[1] Nella ‘dottrina cristiana’, infatti, oltre a considerare Allah, l’Altissimo, l’Unico, come ‘prima persona della Trinità’ (a’udhubillah), alla Vergine Maria (su di lei la Pace) viene riservato un culto speciale (chiamato iperdulìa). I cattolici invocano Maryam e ‘Isa (su di loro la pace), li pregano associandoli ad Allah (Gloria a Lui, l’Altissimo)! In poche parole, li prendono come due divinità all’infuori di Allah (SWT), commettendo ‘SHIRK’ (a’udhubillah!)

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...