Az-Zuhd


بسم الله الرحمان الرحيم

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

Il vero ascetismo (az-Zuhd) dei Pii Predecessori (as-Salaf as-Salih)

dell’Imâm Ibn Qudâma al-Maqdissî al-Hanbalî

Sappi che l’ascetismo (الزهد az-Zuhd) in questo basso mondo è un comportamento rispettabile che fa parte delle stazioni degli itineranti (السالكين as-Sâlikîn). L’ascetismo consiste nel distogliere i nostri desideri da una cosa verso ciò che è migliore, a condizione che ciò da cui ci si allontana sia qualcosa di augurabile (di buono). Poiché colui che si distoglie da una cosa che non desidera e che non è ricercata in se stessa, non si chiama “Asceta” (الزاهد Zâhid). Così come colui che non rinuncia che alla sabbia (at-Turâb) non si chiama “Asceta”.

Abitualmente, il nome “Asceta” (الزاهد Zâhid) è specificamente ricervato a colui che tralascia questo basso mondo (ad-duniyâh). Ma colui che tralascia tutto ciò che è altro da Allah (Ta’ala), egli è l’asceta perfetto (الزاهد الكامل az-Zâhid al-Kâmil), mentre colui che tralascia il basso mondo desiderando al contempo il Paradiso e le sue gioie, anch’egli è asceta, ma ad un grado minore rispetto al primo.

Sappi che l’ascetismo non consiste ad abbandonare il denaro, e a spenderlo in carità e con forza per attirare i cuori (القلب al-qalb). Certamente, l’ascetismo consiste nel rinunciare al basso mondo (الدنيا ad-duniyâh) poiché si conoscono le sue caratteristiche infami paragonate alla natura preziosa della vita futura (الاخرة al-Âkhira).

Ne deriva che colui che comprenda che il basso mondo è simile alla neve che si scioglie, e che la vita dell’Aldilà è paragonabile alle pietre preziose che durano, prova un grande desiderio di scambiare (questo mondo) con l’Altro (mondo). Ciò è provato dalle Parole di Allah Ta’ala:

قُلْ مَتَاعُ الدُّنْيَا قَلِيلٌ وَالْآَخِرَةُ خَيْرٌ لِمَنِ اتَّقَى وَلَا تُظْلَمُونَ فَتِيلًا (77)

 

Di‘: “È infimo il godimento di questo mondo, l’Altra vita è migliore per chi è timorato (di Allah). Non subirete neanche un danno grande come una pellicola di dattero (Corano IV. An-Nisâ’, 77)

مَا عِنْدَكُمْ يَنْفَدُ وَمَا عِنْدَ اللَّهِ بَاقٍ

Quello che è presso di voi si esaurisce, mentre ciò che è presso Allah rimane… (Corano XVI. An-Nahl, 96)

E i benefici dell’ascetismo sono anche menzionati nelle Parole di Allah Ta’ala:

 

وَلَا تَمُدَّنَّ عَيْنَيْكَ إِلَى مَا مَتَّعْنَا بِهِ أَزْوَاجًا مِنْهُمْ زَهْرَةَ الْحَيَاةِ الدُّنْيَا لِنَفْتِنَهُمْ

Non volgere lo sguardo ai beni effimeri che abbiamo concesso ad alcuni di loro per metterli alla prova… (Corano XX. Tâ-Hâ, 131)

Il Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse: “A colui che si alzi al mattino pieno di preoccupazioni riguardanti il basso mondo, Allah disperderà il suo affare, sparpiglierà la sua occupazione, porrà la sua povertà tra i suoi occhi, ed egli non avrà, dei beni del basso mondo, se non ciò che gli è stato predestinato. A colui che si alzi al mattino non avendo come preoccupazione che la vita futura, Allah raccoglierà per lui la sua preoccupazione, preserverà per lui la sua occupazione, porrà la sua ricchezza nel suo cuore, e il basso mondo verrà verso quest’uomo suo malgrado” (riportato da Ahmad e Ibn Mâjah, e autentificato dallo shaykh Al-Albani).

Al-Hasan al-Basri (rahimahullah) disse: “Le persone resusciteranno nude (l’Ultimo Giorno), ad eccezione della Gente dell’Ascetismo (أهل الزهد Ahl az-Zuhd)”.

Disse anche: “Alcuni uomini hanno onorato il basso mondo, ed esso li ha crocifissi su un pezzo di tormento in legno. Così, disprezzatelo, perché esso non si dona se non quando è disprezzato”.

Al-Fudhayl (Ibn ‘Iyâdh) disse: “Tutto il male è stato posto in un luogo, e la sua chiave (miftah) è l’amore del basso mondo. Tutto il bene è stato posto in un luogo, e la sua chiave è l’abbandono di questo basso mondo”.

Qualcuno dei Pii Predecessori (السلف Salaf) diceva: “L’ascetismo (az-Zuhd) in questo basso mondo placa il cuore e il corpo, e l’attaccamento ad esso moltiplica le preoccupazioni (الهم al-hamm) e le tristezze (الحزن al-huzn)”.

Fonte:

Kitâb “Mukhtasar Minhâj al-Qâsidîn” di Ibn Qudâma al-Maqdissî, pag. 402-404

 

JazakAllahu khayran Aboû ‘Oubayda al-Hindî

Annunci

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...