Il Sublime Corano facilita il parto…


بسم الله الرحمان الرحيم

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

1. L’importanza di alcuni versetti del Sublime Corano

2. L’importanza delle invocazioni

3. L’importanza dell’alimentazione

Il parto pone un termine alla gravidanza, poiché è il momento in cui la mamma mette al mondo il suo bambino. Vi sono diverse tappe durante il parto: il travaglio, l’espulsione, infine l’arrivo del bebè e il secondamento. Il bambino è espulso grazie alle contrazioni riflesse dell’utero e alle spinte addominali volontarie della donna.

Il parto comporta, per la donna, un’intensa carica emotiva e dei dolori più o meno importanti. Per questo, analizzeremo i mezzi donati dall’Islâm perché questo meraviglioso avvenimento trascorra nella maniera migliore.

1. L’importanza di alcuni versetti del Sublime Corano:

Nella raccolta di Ibn as-Sunnî sono riportate le seguenti parole di Fatimah (che Allah sia soddisfatto di lei):

“Quando si avvicinò il momento del mio parto, il Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi waSallam) ordinò a Umm Salamah e a Zaynab bint Jahsh (che Allah sia soddisfatto di loro) di recarsi da me e di leggere al mio capezzale il Versetto del Trono (Ayatu-l-Kursî, II. Al-Baqara, 255), il versetto 54 della sûrah VII. Al-A’râf, e le due sûre protettrici (CXIII. Al-Falaq, e CXIV. An-Nâs)”

Questi versetti sono:

اللَّهُ لَا إِلَهَ إِلَّا هُوَ الْحَيُّ الْقَيُّومُ لَا تَأْخُذُهُ سِنَةٌ وَلَا نَوْمٌ لَهُ مَا فِي السَّمَاوَاتِ وَمَا فِي الْأَرْضِ مَنْ ذَا الَّذِي يَشْفَعُ عِنْدَهُ إِلَّا بِإِذْنِهِ يَعْلَمُ مَا بَيْنَ أَيْدِيهِمْ وَمَا خَلْفَهُمْ وَلَا يُحِيطُونَ بِشَيْءٍ مِنْ عِلْمِهِ إِلَّا بِمَا شَاءَ وَسِعَ كُرْسِيُّهُ السَّمَاوَاتِ وَالْأَرْضَ وَلَا يَئُودُهُ حِفْظُهُمَا وَهُوَ الْعَلِيُّ الْعَظِيمُ (255)

Allah! Non c’è altro dio che Lui, il Vivente, l’Assouto (al-Qayyum). Non lo prendon mai sopore né sonno. A Lui appartiene tutto quello che è nei cieli e sulla terra. Chi può intercedere presso di Lui senza il Suo permesso? Egli conosce quello che è davanti a loro e quello che è dietro di loro e, della Sua scienza, essi apprendono solo ciò che Egli vuole. Il Suo Trono (Kursî) è più vasto dei cieli e della terra, e custodirli non Gli costa sforzo alcuno. Egli è l’Altissimo, l’Immenso (Corano II. Al-Baqara (La Giovenca), 255)

إِنَّ رَبَّكُمُ اللَّهُ الَّذِي خَلَقَ السَّمَاوَاتِ وَالْأَرْضَ فِي سِتَّةِ أَيَّامٍ ثُمَّ اسْتَوَى عَلَى الْعَرْشِ يُغْشِي اللَّيْلَ النَّهَارَ يَطْلُبُهُ حَثِيثًا وَالشَّمْسَ وَالْقَمَرَ وَالنُّجُومَ مُسَخَّرَاتٍ بِأَمْرِهِ أَلَا لَهُ الْخَلْقُ وَالْأَمْرُ تَبَارَكَ اللَّهُ رَبُّ الْعَالَمِينَ (54)

Allah è il vostro Signore, Colui che in sei giorni ha creato i cieli e la terra e poi Si è innalzato sul Trono. Ha coperto il giorno con la notte ed essi si susseguono instancabilmente. Il sole e la luna e le stelle sono sottomesse ai Suoi comandi. Non è a Lui che appartengono la creazione e l’ordine? La lode (appartiene) ad Allah, Signore dei mondi! (Corano VII. Al-A’râf, 54)


بسم الله الرحمان الرحيم
قُلْ أَعُوذُ بِرَبِّ الْفَلَقِ (1) مِنْ شَرِّ مَا خَلَقَ (2) وَمِنْ شَرِّ غَاسِقٍ إِذَا وَقَبَ (3) وَمِنْ شَرِّ النَّفَّاثَاتِ فِي الْعُقَدِ (4) وَمِنْ شَرِّ حَاسِدٍ إِذَا حَسَدَ (5)

Sûrah CXIII. Al-Falaq (L’Alba Nascente)

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

1. Di’: “Mi rifugio nel Signore dell’alba nascente,
2. contro il male di ciò che ha creato,
3. e contro il male dell’oscurità che si estende
4. e contro il male delle soffianti sui nodi,
5 e contro il male dell’invidioso quando invidia

بسم الله الرحمان الرحيم
قُلْ أَعُوذُ بِرَبِّ النَّاسِ (1) مَلِكِ النَّاسِ (2) إِلَهِ النَّاسِ (3) مِنْ شَرِّ الْوَسْوَاسِ الْخَنَّاسِ (4) الَّذِي يُوَسْوِسُ فِي صُدُورِ النَّاسِ (5) مِنَ الْجِنَّةِ وَالنَّاسِ (6)

Sûrah CXIV. An-Nâs (Gli Uomini)

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

1. Di’: “Mi rifugio nel Signore degli uomini,
2. Re degli uomini,
3. Dio degli uomini,
4. contro il male del sussurratore furtivo,
5. che soffia il male nei cuori degli uomini,
6. che (venga) dai jinn o dagli uomini”.

È riportato anche che sia possibile facilitare il parto scrivendo la Sûrah XCIX. Az-Zalzalah, e sciogliendola poi in un recipiente contenente dello zafferano.


بسم الله الرحمان الرحيم
إِذَا زُلْزِلَتِ الْأَرْضُ زِلْزَالَهَا (1) وَأَخْرَجَتِ الْأَرْضُ أَثْقَالَهَا (2) وَقَالَ الْإِنْسَانُ مَا لَهَا (3) يَوْمَئِذٍ تُحَدِّثُ أَخْبَارَهَا (4) بِأَنَّ رَبَّكَ أَوْحَى لَهَا (5) يَوْمَئِذٍ يَصْدُرُ النَّاسُ أَشْتَاتًا لِيُرَوْا أَعْمَالَهُمْ (6) فَمَنْ يَعْمَلْ مِثْقَالَ ذَرَّةٍ خَيْرًا يَرَهُ (7) وَمَنْ يَعْمَلْ مِثْقَالَ ذَرَّةٍ شَرًّا يَرَهُ

Sûrah XCIX. Az-Zalzalah (Il Terremoto)

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

1. Quando la terra sarà agitata dal terremoto,
2. la terra rigetterà i suoi fardelli,
3. e dirà l’uomo: “Cosa le succede?”.
4. in quel Giorno racconterà le sue storie,
5. giacché il tuo Signore gliele avrà ispirate.
6. In quel Giorno gli uomini usciranno in gruppi, affinché siano mostrate loro le loro opere.
7. Chi avrà fatto (anche solo) il peso di un atomo di bene lo vedrà,
8. e chi avrà fatto (anche solo) il peso di un atomo di male lo vedrà.

2. L’Importanza delle invocazioni:

Shaykh al-islâm Ibn Taymiyyah (rahimahullah) citò una tradizione riportata da Ibn ‘Abbâs (radiAllahu ‘anhu), in cui viene fatta menzione di una invocazione contenente qualche versetto del Sublime Corano che può essere scritta al fine di facilitare alla donna il parto.

In un’altra versione, è precisato che questa invocazione dovrà essere scritta e poi disciolta in un recipiente (pieno d’acqua) pulito, che in seguito sarà dato da bere alla partoriente.

In un’altra versione ancora, Ali ibn Hasan ibn Shaqîq (rahimahullah) aggiunse che “si può redigere questa invocazione su un foglio e attaccarlo alla spalla della donna”

Ali aggiunse: “Abbiamo sperimentato (questa pratica) e non abbiamo trovato nulla di più soddisfacente di ciò. Poi, una volta che la donna abbia partorito, la si toglie rapidamente (ossia l’invocazione scritta), (…) e la si brucia” (rif. “Majmû al-Fatâwâ”, vol. 19, pag. 64)

Il fatto di scrivere i versetti in cui viene detto che Allah (subhânaHu waTa’ala) conosce il contenuto degli uteri è stato oggetto di esperienze positive. I versetti in questione sono:

إِلَيْهِ يُرَدُّ عِلْمُ السَّاعَةِ وَمَا تَخْرُجُ مِنْ ثَمَرَاتٍ مِنْ أَكْمَامِهَا وَمَا تَحْمِلُ مِنْ أُنْثَى وَلَا تَضَعُ إِلَّا بِعِلْمِهِ وَيَوْمَ يُنَادِيهِمْ أَيْنَ شُرَكَائِي قَالُوا آَذَنَّاكَ مَا مِنَّا مِنْ شَهِيدٍ (47)

(Appartiene) a Lui la scienza dell’Ora e non c’è frutto che esca dal suo involucro o femmina gestante o partoriente di cui non abbia conoscenza. Nel Giorno in cui li convocherà (dirà): “Dove sono coloro che Mi associavate?”; risponderanno: “Ti informiamo che tra noi non c’è nessuno che lo testimoni” (Corano XLI. Fussilat (“Esposti chiaramente”), 47)

e:

اللَّهُ يَعْلَمُ مَا تَحْمِلُ كُلُّ أُنْثَى وَمَا تَغِيضُ الْأَرْحَامُ وَمَا تَزْدَادُ وَكُلُّ شَيْءٍ عِنْدَهُ بِمِقْدَارٍ
Allah conosce quello che cela ogni femmina, (conosce) la diminuzione degli uteri e il loro aumento. Ogni cosa ha giusta misura presso di Lui (Corano XIII. Ar-Ra’d (Il Tuono)

Si versa dell’acqua in un recipiente e vi si aggiunge dello zafferano, (si sciolgono all’interno i versetti) poi si mescola il tutto finché diventi giallo e si dà la mistura alla donna in travaglio, e glielo si spalma sul ventre.

Si possono anche semplicemente recitare i detti versetti su dell’acqua che si darà da bere alla donna, e con la quale le si spalmerà il ventre.

Oppure si possono recitare direttamente i versetti sulla donna in travaglio. Tutto ciò con il permesso di Allah (Gloria a Lui, l’Altissimo).

Conviene anche, in questa occasione, ripetere molte volte l’invocazione propizia nei momenti difficili, riportata nella Sunnah del Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi waSallam):


لا إله إلا الله العظيم الحليم
لا إله إلا الله ربّ العرش العظيم
لا إله إلا الله ربّ السماوات وربّ الأرض ربّ العرش الكريم

Non vi è altra divinità al di fuori di Allah, il Sublime, il Magnanimo.
Non vi è altra divinità al di fuori di Allah, il Signore del Trono Sublime.
Non vi è altra divinità al di fuori di Allah, il Signore dei cieli, il Signore della terra, il Signore del Nobile Trono.

L’invocazione pronunciata da una donna che sta partorendo merita di essere esaudita, poiché corrisponde ad una reale necessità. Ora, Allah, l’Onnipotente, il Maestoso, dice:

أَمَّنْ يُجِيبُ الْمُضْطَرَّ إِذَا دَعَاهُ وَيَكْشِفُ السُّوءَ وَيَجْعَلُكُمْ خُلَفَاءَ الْأَرْضِ أَإِلَهٌ مَعَ اللَّهِ قَلِيلًا مَا تَذَكَّرُونَ (62)

Non è Lui che risponde quando l’affranto Lo invoca, che libera dal male e che ha fatto di voi luogotenenti sulla terra? Vi è forse un’altra divinità assieme ad Allah? Quanto poco riflettete! (Corano XXVII. An-Naml (Le Formiche), 62)

Quante volte il Signore, Onnipotente e Maestoso, esaudisce l’invocazione di una persona in preda al turbamento, dissipandolo!

3. L’importanza dell’alimentazione:

I datteri sono benefici per la donna che deve partorire. In effetti, Allah (che Egli sia Esaltato) ordinò a Maryam, madre di ‘Îsâ (Maria madre di Gesù, pace su entrambi), al momento del parto, di mangiare dei datteri:

وَهُزِّي إِلَيْكِ بِجِذْعِ النَّخْلَةِ تُسَاقِطْ عَلَيْكِ رُطَبًا جَنِيًّا (25) فَكُلِي وَاشْرَبِي وَقَرِّي عَيْنًا

Scuoti il tronco della palma: lascerà cadere su di te datteri freschi e maturi. Mangia, bevi e rinfrancati… (Corano XIX. Maryam, 25-26)

‘Amr ibn Maymun ha dedotto da questo versetto che i datteri sono l’alimento migliore per una donna che stia per partorire.

In effetti, il Profeta Muhammad (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse che i datteri sono una benedizione.

Sono uno dei frutti più ricchi di fibre, potassio, calcio, magnesio e ferro. Rame, zinco e manganese sono ugualmente presenti a livelli interessanti.

dal sito: Mamans Musulmanes

a cura di: Yamina H.

Annunci

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...