Sûratu-l-Infitâr

بسم الله الرحمان الرحيم

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

 

Tafsîr (Commento) del Sublime Corano

 

dell’Imâm Ibn Kathîr (rahimahullah)

 

Sûra LXXXII. Al-Infitâr (Lo Squarciarsi)

 

19 versetti

 

Rivelata interamente a Makkah,

dopo la Sûra “An-Nâzi’ât” (Le Strappanti Violente, n° 79)

 

بسم الله الرحمان الرحيم

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

 

إِذَا السَّمَاءُ انْفَطَرَتْ (1) وَإِذَا الْكَوَاكِبُ انْتَثَرَتْ (2) وَإِذَا الْبِحَارُ فُجِّرَتْ (3) وَإِذَا الْقُبُورُ بُعْثِرَتْ (4) عَلِمَتْ نَفْسٌ مَا قَدَّمَتْ وَأَخَّرَتْ (5) يَا أَيُّهَا الْإِنْسَانُ مَا غَرَّكَ بِرَبِّكَ الْكَرِيمِ (6) الَّذِي خَلَقَكَ فَسَوَّاكَ فَعَدَلَكَ (7) فِي أَيِّ صُورَةٍ مَا شَاءَ رَكَّبَكَ (8) كَلَّا بَلْ تُكَذِّبُونَ بِالدِّينِ (9) وَإِنَّ عَلَيْكُمْ لَحَافِظِينَ (10) كِرَامًا كَاتِبِينَ (11) يَعْلَمُونَ مَا تَفْعَلُونَ (12)

 

Quando il cielo si squarcerà (1) e saranno dispersi gli astri (2) e confonderanno le loro acque i mari (3) e saranno sconvolti i sepolcri, (4) ogni anima conoscerà quel che avrà fatto e quel che avrà trascurato! (5) O uomo, cosa mai ti ha ingannato circa il tuo Nobile Signore (6) Che ti ha creato, plasmato e t’ha dato armonia (7) e Che ti ha formato nel modo che ha voluto? (8) No, voi tacciate di menzogna il Giudizio, (9) nonostante (veglino) su di voi dei custodi, (10) nobili scribi, (11) ben consci di quello che fate (12)

 

In questa Sûra, come nella precedente, Allah (‘azza waJalla) menziona i segni che si produrranno prima del Giorno della Resurrezione. Il cielo si squarcerà e si spaccherà, le stelle saranno disperse, i mari si confonderanno, facendo sgorgare le loro acque o, come ha detto Qatada, le acque dolci si mescoleranno alle acque salate, e i sepolcri saranno sconvolti, e messi sottosopra per farne uscire gli uomini.

In quel momento, Allah (‘azza waJalla), minacciando l’uomo, dirà: O uomo, cosa mai ti ha ingannato circa il tuo Nobile Signore, infrangendo le Sue Leggi e i Suoi insegnamenti, disobbedendoGli? Perché non hai risposto all’appello dei Profeti? Così com’è citato in un hadîth, Ibn ‘Umar (radiAllahu ‘anhuma) era solito rispondere, recitando questo versetto: “Per Allah! Non l’ha ingannato altro che la sua ignoranza!”.

Per Qatada, si tratta di Shaytân, e secondo le parole di altri esegeti si parla della “Generosità del Generoso per eccellenza”. In questa ayah, Allah (subhânaHu waTa’ala) non ha menzionato che uno solo dei Suoi Bellissimi Nomi, per dimostrare che l’uomo non risponde a questa Generosità se non con l’ingratitudine.

 

Che ti ha creato, plasmato e t’ha dato armonia. A questo proposito Bishr ibn Jihash al-Qurayshi riferì che un giorno il Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi waSallam) sputò nella sua mano, vi pose il dito e disse: “Allah (a Lui la Potenza e la Gloria) ha detto: Oh Figlio di Adamo! Credi forse di rendermi all’impotenza, quando Io ti ho creato da una goccia d’acqua come questa? Una volta divenuto uomo e assunta una forma armoniosa e perfetta, cammini sulla terra con arroganza, ammassi le ricchezze senza dispensarle (in elemosina), e quando la tua anima giungerà alla gola, dirai: “Adesso farò l’elemosina!”, quando sarà troppo tardi…” (riportato dall’Imâm Ahmad).

Per ciò che riguarda questa forma armoniosa, Mujâhid disse che si tratta della somiglianza col padre, la madre, o gli zii paterni e materni. Ma ‘Ikrima e altri hanno dichiarato che se Allah l’avesse voluto, avrebbe dato all’uomo la forma di un cane, di una scimmia o di un porco… Ma per la Sua Generosità, la Sua Mansuetudine, l’ha creato diritto, deambulante sui piedi, di un bell’aspetto e di bella forma.

No, voi tacciate di menzogna il Giudizio. Ciò significa: Invece di essere fedeli ad Allah (‘azza waJalla), tutto al contrario voi tacciate di menzogna la vostra resurrezione, la riunione e il Giudizio Finale, per essere retribuiti secondo le vostre azioni.

Nonostante (veglino) su di voi dei custodi, nobili scribi, ben consci di quello che fate. Siate dunque prudenti e non fate delle cose che essi ripugnano, poiché le annoteranno senza omettere nulla.

A questo proposito, Ibn ‘Abbâs (radiAllahu ‘anhu) riferì che il Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse: “Allah (‘azza waJalla) vi proibisce di stare nudi. Abbiate dunque vergogna degli angeli scribi, che non si separano da voi se non in questi tre casi: quando soddisfate un bisogno naturale, quando siete impuri ritualmente e durante il Ghusl (abluzioni maggiori). Dunque, quando uno di voi si lavi all’aperto (essendo solo), che si ripari col suo vestito, o col suo cammello, o con uno schermo qualsiasi”.

In un altro hadîth riportato da Abu Hurayra (radiAllahu ‘anhu), il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) disse: “Allah ha degli angeli che conoscono perfettamente gli uomini, così come le loro azioni. Quando vedono un uomo commettere una certa azione secondo gli insegnamenti di Allah, lo evocano tra loro dicendo: “Il Tale è riuscito questa notte, e si è salvato”. Ma se egli commette un’azione che dispiace ad Allah, disobbedendoGli, lo evocano col suo nome dicendo: “Questa notte il Tale si è perduto”.”(riportato da Al-Bazzar).

إِنَّ الْأَبْرَارَ لَفِي نَعِيمٍ (13) وَإِنَّ الْفُجَّارَ لَفِي جَحِيمٍ (14) يَصْلَوْنَهَا يَوْمَ الدِّينِ (15) وَمَا هُمْ عَنْهَا بِغَائِبِينَ (16) وَمَا أَدْرَاكَ مَا يَوْمُ الدِّينِ (17) ثُمَّ مَا أَدْرَاكَ مَا يَوْمُ الدِّينِ (18) يَوْمَ لَا تَمْلِكُ نَفْسٌ لِنَفْسٍ شَيْئًا وَالْأَمْرُ يَوْمَئِذٍ لِلَّهِ (19)

 

In verità i giusti saranno nella Delizia, (13) e in verità i peccatori nella Fornace (14) in cui precipiteranno nel Giorno del Giudizio, (15) senza potervi sfuggire. (16) Chi mai ti farà comprendere cos’è il Giorno del Giudizio? (17) E ancora, chi mai ti farà comprendere cos’è il Giorno del Giudizio? (18) Il Giorno in cui nessun’anima potrà giovare ad un’(altra) anima in alcunché. In quel Giorno (tutto) il potere apparterrà ad Allah (19)

In questi versetti, Allah (‘azza waJalla) mostra le sorti degli uomini: i credenti che avranno obbedito ad Allah, astenendosi dai peccati, entreranno in Paradiso, dove saranno immersi nella felicità. Al contrario, coloro che Gli avranno disobbedito commettendo delle perversità, saranno sicuramente in una Fornace ardente senza potervi sfuggire, nemmeno per un breve lasso di tempo. Il loro castigo non sarà mai alleggerito, e non verrà risposto alle loro suppliche di farli morire o di risparmiare loro il supplizio del Fuoco.

Chi mai ti farà comprendere cos’è il Giorno del Giudizio?, e questo versetto viene ripetuto due volte come affermazione, poi Allah (‘azza waJalla) conferma: “Nessuno! Poiché in quel Giorno nessuna anima potrà alcunché per un’altra, a meno che Allah non l’autorizzi, permettendo ad uno dei Suoi servitori di intercedere a favore di un altro”.

Si riporta a questo proposito l’hadîth nel quale il Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse, rivolgendosi ai suoi parenti: “O Bani Hashim! Non posso nulla per voi, presso Allah”.

Quel Giorno, la decisione apparterrà soltanto ad Allah (che Egli sia Esaltato e Magnificato), e nessuno saprebbe disputarGliela.

La traduzione è stata condotta sull’edizione in francese edita da Dar El Fikr (Beirut), curata da Fawzi Chaaban (1998)

Annunci

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...