Sûratu-l-’Âdiyât

بسم الله الرحمان الرحيم

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

 

Tafsîr (Commento) del Sublime Corano

 dell’Imâm Ibn Kathîr (rahimahullah)

 

Sûra C. Al-’Âdiyât (Le Scalpitanti)

 

11 versetti

 

Rivelata interamente a Makkah,

dopo la Sûra del Tempo (Al-’Asr, n° 103)

 

بسم الله الرحمان الرحيم

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

 

وَالْعَادِيَاتِ ضَبْحًا (1) فَالْمُورِيَاتِ قَدْحًا (2) فَالْمُغِيرَاتِ صُبْحًا (3) فَأَثَرْنَ بِهِ نَقْعًا (4) فَوَسَطْنَ بِهِ جَمْعًا (5) إِنَّ الْإِنْسَانَ لِرَبِّهِ لَكَنُودٌ (6) وَإِنَّهُ عَلَى ذَلِكَ لَشَهِيدٌ (7) وَإِنَّهُ لِحُبِّ الْخَيْرِ لَشَدِيدٌ (8) أَفَلَا يَعْلَمُ إِذَا بُعْثِرَ مَا فِي الْقُبُورِ (9) وَحُصِّلَ مَا فِي الصُّدُورِ (10) إِنَّ رَبَّهُمْ بِهِمْ يَوْمَئِذٍ لَخَبِيرٌ (11)

Per le scalpitanti ansimanti (1) che fan sprizzare scintille, (2) che caricano al mattino, (3) che fanno volare la polvere, (4) che irrompono in mezzo (al nemico). (5) Invero l’uomo è ingrato verso il suo Signore, (6) invero è ben conscio di ciò. (7) Invero è avido per amore delle ricchezze! (8) Non sa che, quando sarà messo sottosopra quello che è nelle tombe (9) e reso noto quello che è nei petti, (10) il loro Signore, in quel Giorno, sarà ben informato su di loro? (11)

 

Allah (‘azza waJalla) giura per i cavalli che, montati dai Mujâhidîn nella Sua Via, galoppano e sbuffano, fanno sprizzare scintille sotto i loro zoccoli e sorprendono il nemico all’alba.

Poiché il Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi waSallam) cominciava le sue spedizioni a quell’ora, al momento dell’appello alla preghiera. Se sentiva l’appello, si fermava per compiere la preghiera, altrimenti attaccava.

Questi cavalli sollevano in mezzo al nemico una nuvola di polvere, spostandosi da un luogo all’altro.

Ibn ‘Abbâs (radiAllahu ‘anhu) riferì: Mentre ero seduto nell’Hijr (all’interno del recinto sacro della Ka’ba) un uomo venne a chiedermi l’interpretazione delle parole di Allah (‘azza waJalla): Per le scalpitanti ansimantiGli risposi: “Sono i cavalli che si lanciano impetuosamente all’assalto del nemico. La notte, i combattenti si accampano per preparare il pasto, accendendo il fuoco”. Mi lasciò per andare da ‘Ali (radiAllahu ‘anhu), che si trovava presso il pozzo di Zamzam, ponendogli la stessa domanda. ‘Ali (radiAllahu ‘anhu) gli chiese: “Hai interrogato qualcun altro su questo argomento?”. “Sì”, rispose l’uomo, “ho interrogato Ibn ‘Abbâs, che mi ha detto che si tratta dei cavalli quando galoppano sulla Via di Allah”. ‘Ali allora gli ordinò: “Vai a chiamarmi Ibn ‘Abbâs”. Quando questi fu in sua presenza, ‘Ali gli disse: “Dai delle risposte alla gente su argomenti di cui non hai alcuna conoscenza? Per Allah, la prima spedizione che abbiamo condotto dopo la nostra conversione fu quella di Badr, e non avevamo che due cavalli: uno montato da az-Zubayr e l’altro da al-Miqdad. Come hai potuto dare una tale interpretazione? Si tratta dei cammelli che si spostano da ‘Arafa a Muzdalifa, poi a Mina”. Seguendo un’altra versione: “Una volta arrivati a Muzdalifa, gli uomini accendono un fuoco” (riportato da Ibn Abi Hatim).

Altri esegeti hanno spiegato che il fuoco citato nel versetto designi il fuoco che accendono le tribù una volta che si trovano a casa loro, la notte. Ma risulta, come ha concluso l’autore, che la spiegazione di Ibn ‘Abbâs sia più esatta.

Invero l’uomo è ingrato verso il suo Signore. Questo è l’oggetto del giuramento divino, poiché l’uomo, per sua natura, disconosce i benefici di Allah, nonostante sia testimone di tutto ciò. Invero è avido per amore delle ricchezze! Ciò significa: o l’amore dell’uomo per le ricchezze è più forte, oppure egli è talmente avido da mostrarsi avaro, senza nulla dispensare in elemosina. Entrambi i significati sono logici.

Poi, Allah (‘azza waJalla) esorta gli uomini a rinunciare ai beni di questo mondo e a consacrare il loro amore per la vita futura, mostrando loro ciò che avverrà come angosce e terrore: Non sa che, quando sarà messo sottosopra quello che è nelle tombe, per lasciarne uscire tutti i morti, nel Giorno della Resurrezione, e reso noto quello che è nei petti, il contenuto dei cuori sarà esposto in piena luce? Allah conosce, certamente, ciò che gli uomini fanno, sia in pubblico che di nascosto, e li retribuirà a seconda delle loro azioni.

La traduzione è stata condotta sull’edizione in francese edita da Dar El Fikr (Beirut), curata da Fawzi Chaaban (1998)

Advertisements

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...