La magia (sihr)

بسم الله الرحمان الرحيم

 

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

 

 

1. Le prove dell’esistenza della magia

– Nel Corano

Allah (subhânaHu waTa’ala) dice:

Prestarono fede a quel che i jinn raccontarono sul regno di Salomone. Non era stato Salomone il miscredente, ma i jinn: insegnarono ai popoli la magia e ciò che era stato rivelato ai due angeli Hârût e Mârût a Babele. Essi però non insegnarono nulla senza prima avvertire: “Badate che noi non siam altro che una tentazione: non siate miscredenti”. E la gente imparò da loro come separare l’uomo dalla sua sposa, ma non potevano nuocere a nessuno senza il permesso di Allah… (Corano II. Al-Baqara, 102)

 

Mosè ne fu intimorito nell’intimo. Gli dicemmo: “Non aver paura. Avrai il sopravvento. Getta quello che c’è nella tua mano destra: divorerà quello che han fatto, perché quello che han fatto è artificio di mago; e il mago, ovunque vada, non avrà riuscita” (Corano XX. Tâ-Hâ, 67-69)

 

– Nella Sunnah

Abu Hurayra (radiAllahu ‘anhu) riferì che il Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse: “Evitate i sette peccati!”. Gli chiesero: “E quali sono?”. Replicò: “Il Politeismo (associazionismo, shirk), la magia, il fatto di attentare senza una ragione legale alla vita di qualcuno che Allah ha reso sacro; il nutrirsi di usura, il mangiare i beni dell’orfano, il battere in ritirata il giorno dell’attacco massiccio dei Musulmani, il portare false accuse contro donne caste, credenti e lontane dal pensare alle malvagità di cui le si accusa” (riportato da Bukhârî e Muslim).

Ci tengo a ricordarvi, cari fratelli e care sorelle nell’Islâm, che il Musulmano che neghi l’esistenza della magia, dopo che le prove gli sono state fornite, nega con ciò una parte del Corano e della Sunnah, raggiungendo così i ranghi dei rinnegati! Che Allah ci preservi!

2. Esistono due modi per sciogliere una magia

Esistono, secondo Ibn al-Qayyim (rahimahullah) due modi per sciogliere una magia:

–         Il primo consiste nello sciogliere la magia tramite un’altra magia, e questa è la pratica degli stregoni (dei maghi), che è vietata.

–         La seconda è la Ruqiyyah Shar’iyyah, che si pratica recitando il Sublime Corano e le invocazioni provenienti dalla Sunnah, ed è lecita.

3. I maghi hanno dei jinn al loro servizio

Spesso vi è un accordo tra il mago e i diavoli tra i jinn, a condizione che lo stregone commetta un atto di shirk (politeismo) in segreto o in pubblico. Deve commettere atti proibiti come ad esempio il fatto di urinare sul Corano, o entrare nei bagni utilizzando il Corano al posto delle scarpe, o ancora scrivere i versetti del Corano con un inchiostro impuro, come il sangue mestruale, oppure scrivere i versetti del Corano al contrario, o sgozzare un animale che presenti certe caratteristiche nel nome di un jinn. Una volta compiuto quest’atto di shirk, il jinn perverso accetta di aiutare lo stregone nelle sue pratiche magiche. Per questo motivo, le magie sono spesso accompagnate dai jinn.

Potete utilmente consultare i metodi per far sì che i jinn escano dal corpo umano (Ruqiyyah).

4. Una pratica corrente dei ciarlatani: sgozzare un animale nel nome di un jinn

 

Il Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse: “Allah ha maledetto colui che sgozzi (un animale) nel nome di altri che Lui” (riportato da Muslim)

Sgozzare un animale in nome di un jinn è un atto di politeismo, poiché è un sacrificio compiuto in nome di altri che Allah (Gloria a Lui, l’Altissimo). È fatto divieto al Musulmano di mangiare un animale così sacrificato.

Il sacrificio in nome di un jinn è una pratica corrente dei maghi e degli indovini. In effetti, gli ignoranti che vengono colpiti da una magia o da un jinn si recano da loro allo scopo di ricevere una cura. Talvolta questi stregoni chiedono al malato di portar loro un animale che presenti certe caratteristiche, poi lo sgozzano e spalmano il corpo del malato con il sangue di questo animale.

Abbiamo spiegato la ragione di una tale pratica: questi stregoni devono commettere tali atti di shirk per ottenere il compiacimento di certi jinn. In questo caso, il jinn esige che un animale sia sacrificato in suo nome, per accettare di venire in soccorso del mago. Quando questa condizione è compiuta, allora il jinn offre i suoi servizi al mago. Bisogna notare che il mago non ha bisogno di pronunciare il nome del jinn durante il sacrificio, perché questo sia considerato come shirk, ma l’azione è giudicata solo secondo l’intenzione che la anima (dunque attenzione!)

Il malato avrà dunque l’impressione di essere guarito, ma una tale medicina gli procurerà, al contrario, più male che bene.

Malauguratamente, molti Musulmani si recano da questi maghi per ignoranza, poiché questi ultimi dissimulano il loro shirk con la lettura di qualche versetto del Corano. Che Allah ci preservi!

5. Gli indizi che rivelano il mago

 

Se notate uno di questi indizi in colui che sta trattando il vostro caso, ciò significa senza dubbio che si tratta di un mago, che perciò vi “curerà” con metodi vietati dall’Islam:

1. Se chiede al malato il suo nome, o quello di sua madre

2. Se prende un oggetto appartenente al malato, come un vestito, una cravatta, un cappello, una sciarpa…

3. Se chiede un animale che presenti delle caratteristiche particolari, per immolarlo in nome di altri che Allah (subhânaHu waTa’ala). Talvolta, egli spalma il corpo del malato col sangue del sacrificio, gettando poi i resti nella natura.

4. La recitazione di parole incomprensibili. Generalmente fa ciò a voce bassa per non farsi comprendere.

5. Il fatto di dare al malato un talismano contenente lettere sparse, segni strani, quadrati o cifre. Si tratta di una magia scritta.

6. Il fatto di dare al malato degli oggetti, ordinandogli di sotterrarli.

7. Il fatto di mormorare all’orecchio del malato parole incomprensibili

8. Talvolta, lo stregone pronuncia il nome del malato e la ragione per cui è venuto.

9. Se chiede al malato di non toccare una qualsiasi materia per un determinato periodo di tempo, per esempio 40 giorni. In questo caso, il jinn con cui il mago lavora è cristiano.

6. Il fatto di recarsi presso un mago o un indovino

 

Nel caso in cui scopriate gli indizi precedenti nella persona che pretende di “curarvi”, sappiate che si tratta di un mago. Non recatevi più da lui, e seguite le parole del Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam): “Colui che si rechi da un mago e creda a ciò che egli dice, avrà rinnegato ciò che è stato rivelato a Muhammad” (riportato da Bukhârî).

Il Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi waSallam) disse anche: “Colui che si rechi da un indovino, lo interroghi su qualcosa e creda in ciò che questi gli risponde, la sua preghiera non sarà accettata per 40 giorni” (riportato da Muslim).

Che Allah Ta’ala ci protegga e ci guidi tutti sulla Retta Via! Âmîn!

2 thoughts on “La magia (sihr)

  1. Aiutatemi ad avere un po di fortuna a me e hai miei bambini poi voglio che si avvicina da me un uomo di nome roberto

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...