Homeschooling: SCIENZE ISLAMICHE ALL’APERTO


La primavera e l’estate rappresentano stagioni perfette da sfruttare per studiare scienze all’aperto. Come “insegnanti a casa” godiamo della flessibilita’ di orari e liberta’ nella gestione del nostro tempo e siamo anche privilegiati nello sceglierci le giornate migliori insha’Allah. E c’e’ cosi’ tanto da fare, Subhanallah! Persino in un modesto giardino pubblico, una lente di ingrandimento puo’ aiutare un bambino a scoprire una grande varieta’ di insetti, piante e uccelli. Ai bambini piu’ giovani basta soltanto guardarsi intorno per imparare tanto, ma i piu’ grandicelli potrebbe riempire un registro delle loro scoperte. Possono contare e disegnare il numero di specie di piante in fiore che hanno avvistato (incluse le erbacce) e possono catalagarle. Stessa attivita’ puo’ essere svolte con insetti e mini-beasts. Che posti piacciono a queste diverse creaturine? Le api amano i fiori di lavanda e ci sono onischi proprio come quelli nascosti sotto il contenitore della sabbia!
E perche’? Forse potrebbero contare e registrare il numero di una specie in particolare, per esempio, quante margherite ci sono nel prato? Certo se fosse possible allontanarsi un po’ ed andare in giro nei parchi, nei boschi o nei campi ci sarebbe ancora di piu’ da osservare.
Osservare l’ambiente che ci circonda e’ un grande modo di imparare la scienze ed e’ anche un modo eccellente di rafforzare il Tawhid e insegnare ai ragazzi alcuni dei nomi di Allah, come Al-Khaliq, Ar-Razaq e Ar-Rahim.
I bambini vanno incoraggiati ad osservare l’ambiente con le sue meraviglie e complessita’ come niyama (benedizioni) di Allah.
Se ne potrebbe fare un progetto supplementare in contesto islamico.

Far crescere e prendersi cura delle piante e’ un altro modo eccellente di studiare scienze e imparare dell’Islam.
Attraverso il giardinaggio i bambini apprendono che e’ Allah a dare e togliere la vita. Non importa quanta cura essi possono avere per i loro semini piantati e i primi germogli, non tutti verranno fuori. Allo stesso modo facendo crescere frutti e verdure che dopo possono essere consumate, si insegna ai bambini l’hadith tramandato da al-Miqdam ibn Ma’dikarib: ”Nessuno di voi mangia miglior cibo di quello che mangia come risultato del suo lavoro sulla sua terra. Il profeta Da’ud soleva mangiare dal lavoro della sua stessa mano” (Bukhari).
Anche se non avete un giardino, potete sempre piantare dei semi in un vaso e riporlo sul balcone, sul davanzale della finestra o anche in casa. Di seguito troverete alcune idee di giardinaggio che risultano alquanto interessanti per i bambini , insha’Allah.

-Tonalita’ vibranti. I colori stupefacenti della pianta di pisellini dolci attraggono molto i bambini. Alcune delle varieta’ odorano di buono. Se coltivate la vostra pianta dai semi, avrete bisogno di seminarli all’inizio della primavera, ma spesso si puo’ acquistare un vaso con dei germogli al centro di giadinaggio verso la fine della primavera. Piantateli a 15-20 cm di distanza e procurate delle reti o un graticolato affinche’ vi si possano arrampicare.

-i giganti verdi. Tutti sanno che i bambini amano i girasole. E’ molto divertente vedere che si e’ in grado di potere coltivare la pianta piu’ alta e la corolla floreale piu’ grossa. Anche se non avete un giardino, potete sempre piantare in casa un bulbo di amariglio in un vaso ed avrete una pianta che abbia un lunghissimo stelo e dei fiori grossi appariscenti.
Una volta apparsi i primi germogli, la pianta cresce talmente velocemente che si riesce a malapena a tenere il passo col progresso della stessa. Ogni lungo stelo produrra’ minimo quattro grossi fiori. I bulbi sono disponibili nei centri per prodotti di giardinaggio, ai supermercati, di solito in autunno.

-pranzi veloci. E’ molto soddisfacente mangiare qualcosa che tu stesso hai coltivato, ma i bambini possono essere molto impazienti. I semi di verdurine che crescono piu’ rapidamente sono i semi di crescione (cress seeds), che possono addirittura essere seminati semplicemente in carta da cucina inumidita e riposti in un piattino sul davanzale della finestra. Assicuratevi che i bambini tengano la carta sempre bella umida, presto sareti pronti alla raccolta! E in circa 10 giorni potrete utilizzarli come ripieno per un bel panino, o per guarnire la vostra insalata.
I ravanelli sono gli ortaggi che crescono piu’ rapidamente all’aperto, e non richiedono molto spazio. Anche la lattuga cresce rapidamente, e si possono acquistare dei pacchetti che contengono semini di svariate qualita’, per produrre una varieta’ interessante di foglie verdi, rosse, arricciate o lunghe.

-bellissime piante di ortaggi. Le zucchine sono molto divertenti da coltivare e producono grosse piante con fiori arancioni appariscenti. I grossi semi dovrebbero essere piantati in vasi individuali in tarda primavera. Avrete bisogno di aquistare un composto. Tenetele in casa o sul davanzale della finestra finche’ ogni pericolo di gelo sara’ definitivamente scomparso, e finche’ la pianta non avra’ almeno sei foglie. Se piantate all’aperto, le piante saranno piu’ piccole, e potrebbero essere mangiucchiate dalle lumache. Sia le piante che i fiori crescono alquanto rapidamente e in poche settimane si sara’ pronti al raccolto. Se le zucchine vengono raccolte periodicamente, ne potrete fare una bella scorta anche soltanto da due o tre piante.

-piantare e pesare. Patate e pomodori si possono coltivare in vaso se non c’e’ il giardino. I pomodori crescono bene dai semi, o da piccole piante di circa 15cm d’altezza che si possono acquistare in maggio o giugno. Ripiantatele individualmente in vasi piu’ capienti o in gruppi di due o tre ma in un contenitore adatto da giardinaggio (grown bag). Hanno bisogno di acqua tutti i giorni e anche di essere aiutate con prodotti nutritivi studiati appositamente per questo tipo di piante, ma produrranno un bel raccolto se tenute belle al caldo e in un posto soleggiato. Le patate si dovrebbero normalmente coltivare in giardino, ma se avete dei semi gia’ germogliati potrete coltivarli in grossi vasi, ogni pianta in un vaso. E’ molto interessante contare o pesare la produzione, calcolando una media per ogni pianta.

-qualcosa di dolce. I semi di Nasturzio (Nasturtium) sono grossi e rotondi e facili da managgiare per piccole manine. Impiegano soltanto poche settimane per germogliare e produrre di gia’ piante floreali in letti floreali o contenitori. I fiori sono brillanti ed attraenti. Raccoglietene uno e osservatene la trombetta a forma di cono al retro del fiore. Se voi ne pizzicate via la fine appuntita del cono, potrete avvicinare il fiore alle vostre labbra e succhiarne il dolce nettare. A noi e’ davvero piaciuto molto e non sono nocivi. Le foglie di Nasturzio sono edibili e si mangiano nelle insalate, ma non sono dolci!

-semi gratuiti. Abbiamo coltivato piante di peperone dolce piantando semi presi direttamente da un peperone rosso acquistato dal fruttivendolo. Piantai persino un semino di polpelmo e ne nacque un alberello tenuto come pianta da appartamento per diversi anni. Una conoscente coltivo’ una pianta di avocado a partire dal nocciolo, ma noi non ne siamo stati capaci. I bambini posono trovare molti semi di alberi: ghiande, castagne, semi di frassino o sicomoro, ed infine i semini nelle pigne. Se li piantate nel composto germoglieranno in primavera. Il problema e’ che quando cresceranno avranno bisogno di un vero e proprio giardino.

-altre piante gratis. Molte piante si possono trapiantare, e’ davvero interessante vedere le radici che vengono fuori da un rametto di una pianta tagliato di traverse e riposto poi in un vaso trapsarente con dell’acqua. Si chiama talea. La fuchsia e i gerani rispondono facilmente. Si utilizzano pezzetti di stelo verde di circa 5 cm di lunghezza, le foglie piu’ in basso vanno tolte, lasciando soltanto alcune in cima. Dopo due o tre settimane, le radici cominceranno a venire fuori in cima allo stelo. Guardatele come si svilupperanno per alcune settimane e poi piantatele in piccolo vasi, potatene via la cima per ottenere l’effetto cespuglio. La pianta cresce molto velocemente e produrra’ una pianta floreale entro 3 mesi.

-un aiuto con le talee. Esiste un prodotto commerciale per aiutare i bambini a coltivare con successo una talea. Si chiama Groovy Roots (si trova in UK) consiste di due vasi in materiale plastico trasparente riempiti di un gel contenente dei principi nutrienti che aiuteranno le talee a crescere. Costa 99p (in UK).

-radici e germogli. Usate semi di fagioli o piselli secchi per mostrare ai bambini le radici e i germogli che crescono da un seme. Ripiegate della carta assorbente o da cucina e usatela per foderare un contenitore di vetro vuoto come quello della marmellata. Depositate alcuni dei vostri semi secchi sul fondo tra il vetro e la carta e inumidite la carta. Tenete la carta sempre umida e le radici usciranno in pochi giorni. I bambini osserveranno lo sviluppo di radici e germogli e se seguirete lo stesso procedimento con un bulbo di giacinto, i vostri bambini farano esperienza diretta di come si sviluppa un bel fiore. Il bulbo dovrebbe restare equilibrato sul bordo di un contenitore o di un barattolo, con la base del bulbo nell’acqua. Assicuratevi che l’acqua stia fino in cima e siate pazienti!

Jazakumullahu khayran IHSAN
Tradotto da Cinzia Amatullah

Si potrebbe ampliare l’aspetto islamico concernente i diritti di piante e alberi aggiungendo qualche hadith e qualche nozione in modo molto informale e facile, a seconda dell’eta’ e della comprensione dei bambini:

I dirittti di piante e alberi (con alcuni hadith)

L’Islam consente di usufruire dei frutti degli alberi, ma proibisce di tagliare o rompere i rami senza una buona ragione; anzi si spinge oltre e comanda di salvaguardare gli alberi e incoraggia ogni attivita’ o processo adibito alla loro riproduzione al fine di aumentare il numero. Il Messaggero di Allah (pace e benedizione su di lui) disse:
“Se l’Ora [dell’Ultimo Giorno]suonasse mentre uno di voi sta reggendo una pianticella di palma [da piantare nella terra]e se riuscisse a piantarla prima di levarsi in piedi, allora dovrebbe farlo” (Musnad Ahmad, hadith n.12901)

Piantare alberi e piante che portano un beneficio e’ considerata come un’elemosina per la quale il musulmano sara’ ricompensato. L’Inviato di Dio (pace e benedizioni su di lui) disse:

“Un musulmano non piantera’ albero, ne’ gettera’ seme, da cui mangi uomo o bestia o altro, senza che gli valga come elemosina”.

(tratto da:
Pregiudizi correnti sui diritti dell’uomo nell’Islam
Abdur-Rahman ibn AbdulKarim Al-Sheha)

In questa vita basta davvero poco per compiere un atto di carita’ verso il prossimo. Ogni piccolo gesto e’ un atto di carita’ persino piantare un albero o pianta di cui possano liberamente cibarsi animali selvatici, in cui possano trovare riparo uccelli, che possa fare ombra ad un uomo anziano o semplicemente abbellire l’ambiente:

“Ogni musulmano che pianti un albero, guadagnera’ una ricompensa come atto caritatevole a causa del cibo che ne deriva; cio’ che vi viene preso da animali selvatici che se ne cibino, cio’ che nutre gli uccelli, e cio’ che sfama le persone che ne prendono, e’ carita’ per essi” Muslim

Annunci

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...