Verrà un giorno in cui tu loderai il tuo Dio…

بسم الله الرحمن الرحيم

Assalamu ‘alaykum waRahmatullahi Ta’ala waBarakatuHu

 

 

Vengo da una famiglia molto cattolica. Sin da bambina ero molto credente in Dio, le mie giornate le trascorrevo spesso in chiesa o al cimitero. Gli altri bambini non volevano giocare tanto con me, nemmeno da ragazza avevo degli amici. Mi dicevano che ero noiosa e taciturna. Non volevano stare con me… ma a dire il vero neanche io volevo far parte del loro mondo pieno di sporcizia (sesso, droga, alcool, discorsi superficiali e futili)…

Perché avevo timore di Dio, sapevo che Lui mi vede sempre perciò mi vergognavo di “superare i limiti”. Da ragazza ho sofferto tanta solitudine e umiliazione, ero sempre molto triste,  poichè i miei genitori si sono separati e non ho visto mio padre per oltre 7-8 anni. Ma questa sofferenza mi ha avvicinato ancora di più a Dio. Molto spesso ancora da cristiana pregavo di notte, all’epoca non sapevo nemmeno dell’esistenza dell’Islam. In una di quelle notti pregavo Dio di salvarmi dal fuoco dell’inferno e di farmi entrare in Paradiso, imploravo la Sua guida sulla Retta Via, gli chiedevo di essere soddisfatto di me. Una notte promisi solennemente al nostro Creatore che qualsiasi cosa Egli mi avesse riservato, a qualsiasi prova Egli mi avesse sottoposta, io avrei seguito la strada giusta, la Sua guida, anche se avessi dovuto per Lui lasciare tutto (avevo circa 14-16 anni).

In una di quelle notti trascorse in preghiera chiesi a Dio di consolarmi dalla mia tristezza. Presi in mano il Vecchio Testamento e lo aprii a caso.. c’era scritto: “Non essere triste o anima addolorata verrà un giorno in cui tu loderai il tuo Dio”..

Ero una ragazza molto studiosa, mi piacevano le lingue. Da ragazza ho frequentato 2 scuole: la statale e la scuola serale privata dove ho studiato inglese ed italiano. Devo dire che mia madre ha investito tanto nella mia educazione mandandomi regolarmente all’estero ovvero in Italia durante le vacanze estive poiché ero sua figlia unica … All’età di 19 anni sono riuscita ad entrare all’università più prestigiosa della Polonia. All’epoca non ci potevo credere, era per me il sogno della mia vita, la finestra sul mondo.

Nonostante lo splendente futuro non mi dimenticavo di Dio. Ai tempi dell’università mi alzavo per la messa delle 6 per cominciare la giornata con Dio. Io in tutti questi anni non sono cambiata ed Allah lo sapeva e mi preparava per un tipo di vita migliore.

All’età di 21 anni Allah mi chiamò all’Islam. In quel momento mi trovavo in Italia per le vacanze, là fui invitata ad accettare l’Islam. Divenni musulmana nel mese di Ramadan.

Quando tornai nel mio paese, in Polonia, la mia vita non era più la stessa. Mia madre quando venne a sapere della mia conversione mi preparò un inferno. La mia famiglia essendo molto cattolica chiamò i più notevoli esorcisti della Polonia essendo convinta che mi possedesse un demone!!! Non ho potuto spiegare loro niente perchè non mi facevano nemmeno parlare… è stato un incubo, un peso psicologico insopportabile!!!

In poche parole, ho rinunciato agli studi e sono emigrata in Italia per poter praticare la religione e mettere il velo lasciando tutto alle spalle e confidando nella misericordia ed aiuto di Allah.

Allah gloria a Lui Altissimo dice nel Corano nella sura at-Talaq:

وَمَنْ يَتَوَكَّلْ عَلَى اللَّهِ فَهُوَ حَسْبُهُ

Dopo la conversione volevo tanto spendere per l’Islam. All’inizio del mio percorso da musulmana realizzare questo sogno mi è stato impossibile. In Italia ho dovuto cominciare tutto da capo e all’inzio me la sono vista proprio nera. Alhamdu lillahi! Ringrazio Allah per questa dura esperienza, è bello soffrire per la causa di Allah!!!

Qualche anno fa ho cominciato a studiare la lingua araba ovvero il linguaggio religioso partendo dal Corano e dai tafaasir. Allah nel Corano ci invita allo sforzo per Lui e a spendere per l’altra vita:

قُلْ بِفَضْلِ اللّهِ وَ بِرَحْمَتِهِ فَبِذلِكَ فَلْيَفْرَحُوا هُوَ خَيْرٌ مِمّا يَجْمَعُونَ

Poiché questa vita è soltanto un breve passaggio e noi secondo gli insegnamenti del nostro Profeta Muhammad صَلَّى اللّه عَلَيْهِ وَ سَلَّمَ

dobbiamo essere in questa vita soltanto come dei forestieri. Infatti egli ha detto:

في الدُّنْيا كأنّك غَرِيبٌ أوْ عابِرُ سَبِيلٍكُنْ

 

Care sorelle chiedo ad Allah tante benedizioni per voi e per le vostre famiglie. Chi è per Allah, Allah è per lui.

Non dimenticate i du’a,

Wa-s-salâm dalla vostra sorella fillah

Fatima Denuszek

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...