Il fornaio che desiderava incontrare l’Imam Ahmad

Un giorno, l’Imam Ahmad (rahimahullah) partì in viaggio e giunse in una città, dove non sapeva dove andare a dormire. Si recò a pregare Al-‘Ishâ’ alla moschea e decise di passarvi la notte.

Tuttavia, il custode della moschea [non avedolo riconosciuto] gli ingiunse di lasciare la moschea e di trovare un altro posto dove trascorrere la notte, poiché già a quell’epoca chiudevano la moschea di notte, per evitare appunto che dei vagabondi vi dormissero.

L’Imam Ahmad insistette per dormire alla moschea, al punto tale che il custode lo afferrò violentemente e lo fece cadere a terra.

Un fornaio, testimone della scena, accorse in soccorso del “vagabondo”, il quale gli raccontò come si trovasse in viaggio e non avesse un posto dove passare la notte, ma, per modestia, non gli rivelò la sua vera identità.

Dunque l’Imam fu ospite a casa di questo fornaio, e subito notò che era un uomo molto pio; ogni volta che impastava la farina, faceva il pane o compiva qualsiasi movimento, pronunciava l’istighar (“Astaghfirullah”).

L’Imam Ahmad, intrigato, gli chiese: “Ho notato che pronunci molti istighfar, hai forse potuto constatarne dei benefici? Questa parola ti ha recato qualcosa?”.

Il fornaio rispose: “Sì, per Allah! Ogni volta che rivolgo un’invocazione ad Allah, Egli mi esaudisce, tranne una”. “E quale?” gli chiese l’Imam Ahmad. Il fornaio rispose: “Quella di incontrare un giorno l’Imam Ahmad…”

 

Annunci

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...