Umm Ibrâhîm al-Hashimiyyah, che diede in sposo suo figlio a una Hûrî


بسم الله الرحمن الرحيم 
 السلام عليكم ورحمة الله وبركاته

 

Abû Ja’far al-Luban riportò:

È menzionato che una delle donne più virtuose di Basra fosse Umm Ibrâhîm al-Hashimiyyah. Il nemico aveva attaccato uno dei villaggi musulmani, così la gente era incoraggiata a raggiungere i ranghi dei mujâhidîn. ‘Abdul Wâhid ibn Zayd al-Bassrî tenne un discorso, facendo appello al jihâd, e dell’auditorio daceva parte Umm Ibrâhîm. Tra gli argomenti menzionati da ‘Abdul Wâhid, vi erano al-Hûru-l-‘ayn (le spose paradisiache).

Umm Ibrâhîm si alzò in mezzo all’assemblea e disse a ‘Abdul Wâhid: “Conosci mio figlio Ibrâhîm, e sai che la nobiltà di Bassora desidera sposarlo ad una delle sue figlie, ma finora non ho accettato alcuna di loro. Ma amo questa giovane che hai descritto, e sarei felice di darla in sposa a mio figlio. Potresti descriverla ancora, per favore?”.

‘Abdul Wâhid recitò allora una poesia in descrizione delle Hûrî.

Umm Ibrâhîm esclamò: “Desidero dare in sposo mio figlio a questa giovane, e pagherò 10.000 dinari per la sua dote, e tu lo potrai prendere con te nel tuo esercito. Morirà in martirio e intercederà per me nel Giorno del Giudizio”.

‘Abdul Wâhid esclamò: “Se lo farai, sarà un successo per te e per tuo figlio”. Ella chiamò allora il giovane, che si trovava tra il pubblico. Egli si alzò dicendo: “Sì, madre!”. Ella proseguì: “Sei soddisfatto di sposare questa ragazza, a condizione di donare la tua anima per Allah?”. Rispose: “Sì, ne sono del tutto soddisfatto!”. Ella replicò: “O Allah! Sei Testimone del fatto che ho dato in sposo mio figlio a questa donna del Paradiso, a condizione che egli spenda la sua anima sulla Tua via”.

Poi partì, e tornò recando con sé 10.000 dinari; li consegnò a ‘Abdul Wâhid dicendogli: “È la sua dote. Prendila e utilizzala per sovvenire ai bisogni dei mujâhidîn”. Acquistò poi un buon cavallo per suo figlio e lo armò. Quando l’esercito si mise in marcia, Ibrâhîm avanzò coi recitatori del Qur’ân che lo circondavano recitando:

Allah ha comprato dai credenti le loro persone e i loro beni [dando] in cambio il Giardino (Corano IX. At-Tawba, 111)

Quando Umm Ibrâhîm salutò suo figlio, gli disse: “Sìì prudente, e non commettere alcuna mancanza che sia visibile ad Allah”.

Lo abbracciò poi e gli disse: “Che Allah non ci riunisca mai più, se non nel Giorno del Giudizio!”.

‘Abdul Wâhid testimoniò: “Quando raggiungemmo il territorio nemico, e la gente avanzò per combattere, Ibrâhîm si trovava in prima linea, e uccise numerosi nemici, prima di essere sopraffatto e di essere ucciso. Sulla via del ritorno, dissi ai miei soldati di non riferire a Umm Ibrâhîm che suo figlio era stato ucciso, finché non glielo avessi detto io. Quando entrammo a Bassora, ella mi incontrò e mi chiese: “Allah ha accettato il mio dono, perché lo possa celebrare, o lo ha rifiutato, perché possa piangere?”.

Le risposi: “Allah ha accettato il tuo dono, e tuo figlio è morto shahîd”.

Ella si prosternò allora per ringraziare Allah ed esclamò: “Ti ringrazio, Signore, per aver accettato il mio dono”.

Il giorno seguente venne a trovarmi alla moschea e mi disse: “Rallegrati!”.

Le chiesi: “Che buone notizie ci rechi?”.

Spiegò: “Ho visto in sogno mio figlio Ibrâhîm, la scorsa notte. Si trovava in un magnifico giardino e indossava degli abiti verdi; era seduto su un trono di perle e portava una corona sulla testa. Mi ha detto: “Rallegrati, madre! Mi sono sposato con mia moglie!”.

 

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...