Il niqâb della musulmana irrita i miscredenti


بسم الله الرحمن الرحيم 
 السلام عليكم ورحمة الله وبركاته

 

Consigli dello Shaykh AbdurRahmân al-Barrâk (hafizahullah), in risposta alla legge sul niqâb:

La Lode spetta soltanto ad Allah, pace e benedizioni sul Messaggero di Allah, la sua famiglia, i suoi compagni e i suoi alleati.

Quale sarebbe questa presunta libertà, di cui si vantano i dirigenti delle nazioni cristiane, e che rappresenterebbe – secondo quanto sostengono – uno dei pilastri della Rivoluzione Francese, ma che non si vergognano per nulla di smentire nei fatti?

Quale sarebbe questa libertà che rifiuta alle donne Musulmane il diritto di agire secondo ciò che detta loro la coscienza e l’obbedienza al loro Signore, senza minimamente nuocere agli altri?

La scelta, da parte della donna Musulmana, di coprirsi il viso, fa parte delle libertà personali e delle libertà religiose, secondo gli stessi princìpi fondatori dello Stato Francese.

Sia che il velo che copre il viso sia – secondo la giurisprudenza Musulmana – obbligatorio (wâjib), o raccomandabile (mustahab), nessun erudito musulmano ha mai sostenuto che fosse illecito (harâm).

Di conseguenza, nessuno può strumentalizzare questa divergenza teorica tra i sapienti Musulmani per sostenere lo Stato Francese in questa legge contro il velo integrale, e nell’applicazione di un’ammenda contro tutte le donne che non vi si conformino, giustificando in tal modo questa legge ingiusta sotto ogni aspetto, e che dovrebbe essere a giusto titolo chiamata: scandalo della libertà presunta!

Ma questo modo di agire dello Stato Francese potrebbe ricordare ai Musulmani residenti in Francia la reale natura di questo Stato laico, così come la sua posizione nei confronti dell’Islâm e dei Musulmani. Ciò potrebbe essere loro benefico, affinché non facciano di questo paese un luogo di residenza permanente senza necessità.

I Musulmani di Francia dovrebbero:

1/ Resistere all’intransigenza dell’amministrazione francese, al fine di far annullare questa legge. Gli intellettuali, così come tutti coloro che detengano una qualsiasi autorità in tutti i paesi islamici, dovrebbero sostenere i loro fratelli di Francia contro questa ingiustizia, con ogni mezzo necessario.

2/ I musulmani che vivono in Francia dovrebbero impegnarsi per ritornare nel loro paese d’origine, o in qualsiasi paese musulmano in cui possano emigrare, e ciò allo scopo di vivere tra i loro correligionari, ed evitare alla loro prole l’alterazione della propria identità islamica.

Se ciò sia loro impossibile, dovrebbero emigrare verso qualsiasi paese che garantisca loro libertà di culto, e ciò sull’esempio dei Compagni del Profeta (sallAllahu ‘alayhi waSallam) che fuggirono da Mecca, espatriando in Abissinia, la nazione cristiana dell’epoca.

Allah (subhânaHu waTa’ala) dice nel Sublime Corano:

Temete Allah per quello che potete (Corano LXIV. At-Taghâbun, 16)

Egli precisa in un altro versetto la promessa data a coloro che temono Allah:

A chi teme Allah, Egli apre una via d’uscita (Corano LXV. At-Talâq, 2)

In un altro versetto, dice a proposito dell’emigrazione:

Chi emigra per la causa di Allah troverà sulla terra molti rifugi ampi e spaziosi. Chi abbandona la sua casa come emigrante verso Allah e il Suo Messaggero, ed è colto dalla morte, avrà presso Allah la ricompensa sua. Allah è perdonatore, misericordioso (Corano IV. An-Nisâ’, 100)

Imploriamo Allah perché Egli conceda la vittoria all’Islâm e ai Musulmani in ogni parte del mondo, e assicuri loro la rettitudine in ciò che li riguarda.

E le lodi spettano solo ad Allah, Signore dell’universo.

Annunci

As-salamu 'alaykum waRahmatullahi waBarakatuHu. Benvenuto/a su questo blog. I commenti costruttivi saranno visibili appena il gestore del blog li avra' approvati inshaa Allah.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...